Cives Cremona

27 febbraio 2009

La Popolare alla ricerca del tempo perduto

Filed under: Economia — Cives Cremona @ 09:20

Ampio spazio è stato dedicato dalla stampa locale (in particolare con un’inchiesta della Provincia in otto puntate) al ventilato progetto di incorporazione della Banca Popolare di Cremona e di quella di Crema nella Banca Popolare di Lodi. Il progetto farebbe parte di una più ampia riorganizzazione, programmata dal Banco Popolare, la banca cooperativa con sede a Verona, unico azionista attraverso la capofila Lodi della Popolare di Cremona e di un’altra dozzina di banche popolari, tra cui Crema.
Le preoccupazioni dei consiglieri d’amministrazione della Popolare e dei rappresentanti delle categorie economiche (in buona parte coincidenti), in particolare quelle espresse direttamente dall’Associazione Industriali, riguardano il pericolo che la cancellazione dei gruppi dirigenti locali incida sulle scelte decisionali della banca, con effetti negativi sull’economia locale. Si insiste sull’esigenza di mantenere alla Popolare la  capillare diffusione sul territorio e un consiglio rappresentativo delle categorie economiche, affinché non diventi una banca come tutte le altre.
Per capire meglio il problema di cui si parla è necessario fare un passo indietro e tornare al 2003, quando, sotto la regia di Fazio e del suo braccio operativo Fiorani, la Banca Popolare di Cremona fu ceduta alla Lodi. In quell’occasione, il Consiglio di amministrazione della Popolare, presieduto da Maestroni e formato dai rappresentanti delle categorie economiche, aderì all’idea di una grande concentrazione bancaria, trasformò la cooperativa in società di capitali e si prestò all’offerta pubblica di acquisto (Opa) lanciata dalla Lodi, che portò nelle tasche degli azionisti 660 milioni di euro. Fu un buon affare per gli azionisti, ma non per il territorio di cui oggi i consiglieri si preoccupano
Trascinata nel girone infernale di Fiorani, nel 2007 la banca venne acquisita dalla Popolare di Verona e successivamente entrò a far parte del Banco Popolare, una cooperativa holding, cui fanno capo una dozzina di popolari, una ventina di banche specializzate e una ventina di società strumentali. Purtroppo la legislazione italiana consente questi funambolismi. Ma oggi le strategie si fanno in questo quadro molto ampio e si fanno a Verona, rese più stringenti dalla situazione generale di difficoltà e di inefficienze in cui si muovono le banche. Oggi l’assemblea della Banca popolare è fatta da un solo azionista, a fronte dei 19 membri del consiglio di amministrazione (perché tanti sono in nome della territorialità).
In questa situazione di debolezza non bastano certo gli auspici, le suppliche, i sostegni politici per ridare al territorio ciò che già aveva: una banca locale capillarmente diffusa, attenta alle esigenze della struttura produttiva locale. Se le lamentele dei consiglieri non vogliono ridursi ad una ricerca del tempo perduto, occorre fare un passo altrettanto coraggioso di quello fatto nel 2003: ricomprare la banca. Limitandosi agli sportelli del territorio forse cento milioni di euro potrebbero bastare.

Annunci

1 commento »

  1. Condivido il contenuto dell’articolo che ben sintetizza quanto è avvenuto.
    Inteessi economici immediati ed egoismi personali guidarono la scelta verso la Popolare di Lodi. Fu subito chiaro a molti che gli interessi del territorio cremonese erano stati mortificati. Ricordo al riguardo che vi era un’altra opzione con la BPER ben più credibile.
    Piangere sul latte versato non serve, e mi piace l’idea che la nostra classe dirigente provi a coalizzare le forze produttive e culturali con l’obiettivo di tornare a governare la banca nell’interesse della comunità cremonese.
    Sarebbe un bel segnale di novità.
    Donato Galli

    Commento di Donato Galli — 3 marzo 2009 @ 11:45


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: