Cives Cremona

23 aprile 2009

Il popolo e lo stato

Filed under: Antologia — Cives Cremona @ 08:00

“Quando lo stato commette l’errore di credersi un tutto, il tutto della società politica e di conseguenza assume sopra di sé l’esercizio delle funzioni e l’esecuzione dei compiti di solito pertinenti al corpo politico e ai suoi vari organi, allora ci si trova davanti a quello che è stato chiamato “stato paternalista”: lo stato non solo sovrintende dal punto di vista politico al bene comune, ma organizza direttamente e dirige o amministra le forme della vita del corpo politico, economiche, commerciali, industriali, culturali, o che riguardano la ricerca scientifica come pure l’assistenza e la sicurezza”.
“Lo stato dovrebbe lasciare a molteplici organi del corpo sociale l’iniziativa autonoma e l’amministrazione di tutte le attività che per natura lo riguardano. In questo senso l’unica prerogativa possibile dovrebbe essere quella di alto arbitrio e super revisione, che regola queste attività spontanee e autonome dal punto di vista politico superiore del bene comune”.

(da Jaques Maritain, L’uomo e lo stato)

Lascia un commento »

Al momento, non c'è nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: