Cives Cremona

25 settembre 2009

A Oreste quel che è di Oreste

Filed under: Comune di Cremona — Cives Cremona @ 16:21

La stampa locale ha enfatizzato le dispute politiche attorno alla nomina del presidente di Linea Group Holding (LGH) e ha anche presentato la struttura del gruppo (holding appunto). Vale la pena di riassumere che LGH è una società a responsabilità limitata costituita dalle società proprietarie delle reti e degli impianti di Cremona (Aem), Pavia, Lodi, Crema e di alcuni comuni bergamaschi e bresciani, che hanno conferito a LGH la gestione dei servizi di erogazione dell’energia, del gas e dell’acqua, cui la capogruppo provvede attraverso una dozzina di società operative e di scopo da essa controllate. LGH è dunque una multiutility che controlla la variegata realtà dei servizi pubblici locali, se vogliamo una piccola Iri a partecipazione comunale.
Dal punto di vista dei politici il boccone è quindi grosso e appetibile e spiega le dispute e anche (pare) la gazzarra. Dal punto di vista dei cittadini la nomina del presidente può interessare sotto l’aspetto della competenza e sotto quello del programma aziendale.
Circa il programma si sa poco più di niente, soltanto l’intenzione per ora generica di sottoporre a revisione il sistema delle società partecipate, con particolare attenzione ad Aem e LGH. Nei giorni scorsi i giornali hanno pubblicato con grande evidenza i risultati di bilancio di quest’ultima, da cui risultano ricavi ed utili in crescita: valori di per sé poco significativi in quanto per una azienda “pubblica” lo scopo non dovrebbe essere l’utile ma tariffe basse e qualità del servizio. Sarebbe invece interessante sapere se c’è la volontà di adeguarsi alla normativa europea sui servizi pubblici locali, introducendo finalmente la liberalizzazione nel settore finora monopolistico.
I presidenti delle società patrimoniali che si sono riuniti nei giorno scorsi hanno dichiarato di non aver discusso della presidenza ma delle strategie future. Strategie che tuttavia dovrebbero derivare dai criteri dettati dai comuni proprietari, attraverso i consigli democraticamente eletti. A queste strategie dovrebbero lavorare i partiti nella loro funzione di elaborazione delle politiche e di orientamento degli amministratori, più che intromettersi nelle nomine di competenza di organi amministrativi.
A questo proposito, ai cittadini interessa la qualità professionale, meglio se documentata da curriculum pubblici. Per il resto, se la presidenza di LGH, secondo il patto sindacale, spetta al comune di Cremona, cioè al sindaco, non possono che dire: “a Oreste quel che è di Oreste”.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: