Cives Cremona

20 gennaio 2010

Allarme tumori a Cremona?

Filed under: Società — Cives Cremona @ 07:00

Le statistiche sulla mortalità colpiscono sempre, specialmente quando si riferiscono alle morti per tumore. Così gli ultimi dati pubblicati ieri sulla stampa locale hanno indotto preoccupazioni e solleticato interrogativi sulle circostanze speciali che sembrerebbero sfavorevoli alla popolazione cremonese. Con qualche nota di allarmismo.
Non vogliamo minimizzare l’entità di un fenomeno che i dati sono lì a dimostrare, ma il problema non riguarda solo Cremona, in quanto tutte le regioni del Nord sono caratterizzate da una mortalità per tumore superiore alla media nazionale (quelle del Sud sono sotto la media). E tutte le province lombarde si trovano sostanzialmente nella stessa situazione, divise da pochi decimali che da un anno all’altro possono modificare la classifica.
E’ giusto chiedersi tuttavia quali fattori possano spiegare le diversità esistenti. A questo proposito, una analisi del Corriere della Sera (dicembre 2007) ha individuato una correlazione con il livello di reddito pro capite, per cui il maggior numero di morti per tumore nelle zone più sviluppate sarebbe connesso con le abitudini di vita e i consumi tipici di società opulente.  Senza dimenticare l’inquinamento indotto dallo stesso sviluppo produttivo.
Un altro fattore da considerare è la struttura della popolazione, in particolare il numero degli anziani sopra i 65 anni, tra i quali i tumori sono diffusi dieci volte di più che nel resto della popolazione. Questo fattore potrebbe spiegare le differenze esistenti tra Cremona e alcune province lombarde. A Cremona, dove l’incidenza dei tumori è di 31,6 (su 100.000 abitanti), la percentuale di over 65 è del 21,55%, mentre a Milano, dove l’incidenza è di 28,9, gli over 65 sono il 18,18%. Vibo Valentia, indicata come provincia fortunata con un’incidenza di tumori di 19,4, ha una popolazione anziana del 18,6%.

Annunci

1 commento »

  1. La tematica dell’incidenza dei tumori nella popolazione cremonese meriterebbe qualche approfondimento anche di tipo statistico storico.
    Dalla figlia Anna di Franz Cortese, fondatore del centro tumori a Cremona negli anni cinquanta, ho saputo che l’incidenza sulla popolazione locale delle morti per tumore era già allora allarmante, quando la nostra popolazione non aveva ancora una incidenza di popolazione anziana paragonabile all’attuale. Il fenomeno veniva allora attribuito dal prof. Cortese sopratutto alle abitudini alimentari locali (abuso di carni insaccate), fenomeno che credo abbia perso oggi la singolare incidenza statistica di un tempo. In realtà è evidente che ciò che si è conservato nel tempo è sopratutto il disagio ambientale dovuto alle infelici condizioni geografiche di Cremona, posta proprio sul fondo della “scodella” padana. Certo l’altamente inopportuno avvento di industrie inquinanti ha avuto, a Cremona, il suo peso nel peggiorare una condizione ambientale già di per sè stessa molto infelice.
    Mio padre, medico al tubercolosario di via Milano (dove oggi, lo ricordo par i più giovani, si è insediata l’Università Cattolica)fu facile profeta di sciagure quando vide gli impianti della raffineria, allora chiamata Italia, estendersi a dismisura verso le case e verso lo stesso ospedale nel quale lavorava.
    Il prof. Giulio Grasselli, fondatore
    di Italia Nostra, allora in contatto con ambienti scientifici internazionali, mi segnalava che le industrie americane del petrolio finanziavano la ricerca sul cancro solo a condizione che fosse mirata a verificarne l’ipotesi di origine virale e non ambientale come ormai ci siamo tutti convinti che soprattutto sia. Tale scelta opportunistica ha fatto perdere tempo e risorse alle ricerche più correttamente mirate ai rapporti tra uomo e ambiente.
    Cordialità. Michele de Crecchio

    Commento di michele de crecchio — 20 gennaio 2010 @ 14:43


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: