Cives Cremona

29 marzo 2010

Una ricerca del Cnel sui servizi idrici (3)

Filed under: Aziende Pubbliche — Cives Cremona @ 07:00

La ricerca del Cnel (Organizzazione industriale del servizio idrico integrato) analizza anche l’impatto che la normativa introdotta con il DL 135/2009 (art. 15) avrà sulle gestioni in corso, in particolare sulla determinazione del periodo transitorio, alla scadenza del quale cesseranno le attuali concessioni, in quanto “non conformi” alla normativa comunitaria e nazionale.
Gestioni “conformi” sono quelle assegnate secondo il principio generale della gara, oppure quelle assegnate a una società mista in cui il socio privato sia scelto mediante gara, abbia funzioni operative e detenga almeno il 40% del capitale. In deroga al principio generale sono “conformi” anche le gestioni dirette (in house) affidate senza gara, a condizione che siano società interamente pubbliche, che siano sottoposte al controllo stringente dell’ente affidante (“controllo analogo”), che svolgano l’attività prevalente a favore dell’ente affidante. Inoltre, la scelta dell’affidamento diretto deve essere adeguatamente motivata da circostanze eccezionali e autorizzata dall’Autorità garante della concorrenza.
Sulla base dei criteri esposti, le gestioni delle due aziende cremonesi (Aem e Scs) risultano “non conformi”. Avendo ottenuto l’affidamento in house nel 2008, dovrebbero cessare il rapporto al 31 dicembre 2011. A questo proposito lo studio del Cnel avanza tuttavia un interrogativo, non essendo chiaro come la decadenza ex lege potrà operare in assenza di una manifestazione di volontà dei gestori.
A parte l’interrogativo del Cnel, la strada per arrivare a una normativa trasparente e certa non è comunque ancora spianata. Le opposizioni all’ingresso dei privati sono molto forti, sia quelle ideologiche di principio (gli ultimi “comunisti”), sia quelle delle ex municipalizzate interessate a preservare i loro piccoli (ma anche grandi) monopoli, sia quelle politiche delle regioni o dei partiti. Cercheranno sicuramente i modi per infilarsi nel regolamento di attuazione della legge (ancora in fase di approvazione) per snaturane o ridurne la portata innovativa. (3 – fine)
 

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: