Cives Cremona

10 gennaio 2011

Labirinto Cremona

Filed under: Comune di Cremona — Cives Cremona @ 07:00

Ho incontrato personalmente forestieri smarriti sui corsi cittadini, che avevano percorso e ripercorso gli stessi itinerari e si erano ritrovati da capo, alla ricerca di un accesso al centro. So bene che il labirinto della viabilità cittadina è il frutto di politiche passate, ispirate all’isola pedonale totale presidiata da “cortine elettroniche”, o alla concezione ludica del centro destinato a spettacoli da strada e sgambettate, o anche alla logica del grande “ring” e delle “stanze” chiuse, con “uncini” verso il cuore della città, dove gli automobilisti avrebbero trovato un parcheggio.
Ma l’accavallamento di queste politiche ha prodotto la confusione che oggi vediamo, con pezzi di ring a senso unico dove le vetture sfrecciano senza ragione, con varchi elettronici a orari e giorni alterni, con blocchi stradali per il mercato ambulante, per i giovedì d’estate, per lo shopping del fine settimana; ma senza quei parcheggi che rendono accessibile oltre che attrattivo un centro storico.
Riuscirà il nuovo piano della viabilità a porre fine a questa confusione?
Ad esempio, visto che la timida penetrazione del centro da piazza Roma per corso Vittorio, consentita nelle ore diurne escluse quelle del mercato, non ha richiamato fiumi di automobili, perché non consentirla anche nelle ore del mercato e in quelle serali, eliminando così un divieto parziale fonte di confusione e di multe?
Ad esempio, quando tra poco entrerà in funzione il parcheggio di piazza Marconi, non sarà possibile liberare definitivamente e per sempre via Monteverdi dal mercato ambulanti? A questo proposito, visto che il mercato andrà ripensato (leggiamo che sono stati predisposti trenta progetti), non sarebbe opportuno contenerlo, o almeno circoscriverlo a piazze e strade normalmente pedonali, attorno a piazza Stradivari e piazza del Comune (largo Boccaccino, piazza Zaccaria, via Beltrami)? Senza farlo tracimare nelle vie Cavour e Verdi, da lasciar libere per i mezzi pubblici e anche per l’accesso al parcheggio per i veicoli provenienti da piazza Roma?
E ancora. Siamo sicuri che la “cortina elettronica” elevata in certi punti della città valga il suo costo di esercizio? Là dove è stata sospesa non c’è stata nessuna invasione di alieni.
Come si vede, piccole proposte dirette a snellire il labirinto, che non costerebbero niente.
Il parcheggio è un’altra cosa, ma per il settore est della città è indispensabile, in centro non alle tranvie. Ci investa la giunta quel che occorre, prima di imbarcarsi nel colossale sovrappasso della stazione per 21 milioni di euro.

2 commenti »

  1. Ad esempio, visto che la timida penetrazione del centro da piazza Roma per corso Vittorio, consentita nelle ore diurne escluse quelle del mercato, non ha richiamato fiumi di automobili, perché non consentirla anche nelle ore del mercato e in quelle serali, eliminando così un divieto parziale fonte di confusione e di multe?

    Secondo me lo lasciano così apposta, in modo da far soldi con le multe che danno ai cittadini confusi e disorientati…

    Commento di Lucia — 2 febbraio 2011 @ 14:42

  2. Via Platina è l’unica via a ridosso del centro storico che è rimasta percorribile: peccato che non esista una sola indicazione che la segnali a chi arriva dall’autostrada, vale a dire a chiunque cerchi di arrivare in Duomo oppure – in futuro – di raggiungere Piazza Marconi. Da non credere. Inoltre spesso compaiono legioni di vigili per multare chiunque si accosti oppure sosti sullo spazio acciottolato DI PROPRIETA’ DELLA CURIA: motivazione? Per arrivarci bisogna scavalcare il marciapiede che è di proprietà del comune, quindi MULTA. Quando ci sono i vigili il caos è assicurato, se non ci sono le persone vanno e vengono e tutto fila liscio. Giusto multare chi si ferma sul piano stradale in doppia fila ma non inventiamo esegesi giuridiche al limite del delirio. Vorrei vedere 10 vigili che aiutano la gente a raggiungere il centro preoccupandosi di dare un servizio sia a chi lavora che a chi deve semplicemente essere accolto nella nostra città piuttosto che tre cerberi che rifilano multe a più non posso, anche a corrieri che stanno semplicemente facendo il loro lavoro e che devono pur fermarsi a scaricare.
    PROBLEMA INQUINAMENTO ATMOSFERICO.
    Se si blocca l’accesso alla città non vedo perché si consenta a tutti di prendere la macchina per raggiungere i centri commerciali che le fanno corona. E’ un’altra galassia? Par condicio vuole che tutti ci si attrezzi per favorire la mobilità delle persone limitando in senso assoluto l’uso delle auto. Finiamola di penalizzare le città con tesi solo demagogiche e dannose a senso unico. E oltretutto assolutamente inutili.

    Commento di patrizia — 6 febbraio 2011 @ 18:58


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: