Cives Cremona

7 febbraio 2011

La lenta transizione verso l’identità (3)

Filed under: Territorio — Cives Cremona @ 07:00

Nei primi decenni dell’unità, la carenza della rete dei trasporti rappresenta un forte vincolo allo sviluppo dell’economia, mentre le dinamiche demografiche riflettono le difficoltà del sistema economico di aprirsi alle produzioni industriali.
L’agricoltura, dopo la ripresa settecentesca (catasto teresiano; cura dell’irrigazione; commerci con l’Austria), presenta una evoluzione lenta e si caratterizza soprattutto per lo sviluppo delle filande (trattura della seta) e dei caseifici (nel 1879 nasce a Sesto la prima latteria sociale). Riesce tuttavia a superare la crisi del 1882, riorganizzando i caseifici, potenziando la zootecnia, incrementando l’impiego delle macchine e dei fertilizzanti. Nel 1890 il sistema irriguo viene implementato con la costruzione del Canale Vacchelli.
Nonostante questo, alla svolta del secolo, l’agricoltura assorbe ancora il 60% degli addetti, mentre l’industria ne registra il 26% e il terziario il 14%. Nello stesso anno la Lombardia registra il 50% di occupati in agricoltura e il 34% nell’industria. Il settore industriale cremonese è composto prevalentemente da piccole imprese, dedite alla trasformazione di prodotti agricoli e con una buona presenza di quelle tessili.
La fase di sviluppo del primo decennio del novecento tocca anche il territorio cremonese: crescono le stalle sociali, si costituiscono le casse rurali, si sviluppa l’industria dei laterizi e l’edilizia, nascono alcune grossi caseifici, aumentano i risparmi. Il settore industriale tuttavia resta caratterizzato dalla prevalenza delle piccole imprese, con una potenza media installata pari a un quarto di quella media lombarda.
Nel periodo tra le due guerre, l’agricoltura deve sopportare gli effetti della grande crisi, che provoca caduta dei prezzi e degli investimenti, cui reagisce con ulteriore impiego di macchine e fertilizzanti e con lo sviluppo di nuovi allevamenti (frisona). Il settore industriale si diversifica a accresce il suo peso nell’economia provinciale. Prima della seconda guerra, il peso dell’agricoltura è ridotto al 45% degli occupati, mentre quello dell’industria è aumentato al 34% e quello del terziario al 20%.
Dopo la guerra, il quadro dell’economia cremonese presenta le stesse caratteristiche, ad un livello inferiore di produzione (e di occupazione). Solo dopo il 1948 inizia una fase di crescita industriale, basata prevalentemente sul settore tessile, edilizio, alimentare, ma anche meccanico. Gli addetti all’industria passano da 32mila nel 1951 a 38mila nel 1961 e a 48mila nel 1971, ma il settore industriale cremonese resta comunque agli ultimi posti in Lombardia (con 108 occupati ogni 1000 abitanti, contro i 230 della regione). La struttura è diversificata, basata su aziende piccole e medie, dove hanno acquisito importanza le aziende meccaniche e metallurgiche.
Nello stesso periodo, l’occupazione del settore agricolo diminuisce massicciamente, mentre aumenta di tre volte il prodotto netto dell’agricoltura, soprattutto per effetto dello sviluppo degli allevamenti da latte e suinicoli. Il terziario si dilata, arrivando ad assorbire nel 1971 il 37% degli occupati, con una espansione dovuta essenzialmente al piccolo commercio.
Gli anni che vanno alla fine del secolo vedono l’esplosione del terziario, che arriva ora al 50% degli occupati. Il censimento delle attività industriali e commerciali del 2001 rileva, per Cremona: 47mila addetti nell’industria, 20mila addetti nel commercio, 30mila in altri servizi, 23mila nella pubblica amministrazione. Comparando questi dati con quelli regionali, il terziario cremonese appare sbilanciato in eccesso nel settore pubblico e in difetto nei servizi alle imprese e in quelli finanziari (3 – fine).

Lascia un commento »

Al momento, non c'è nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: