Cives Cremona

15 aprile 2011

Un’associazione “Prima Banca” per la Popolare?

Filed under: Economia — Cives Cremona @ 13:48

Dall’inizio dell’anno a più riprese i giornali locali si sono fatti portavoce delle preoccupazioni delle organizzazioni economiche e dei consiglieri della Banca popolare di Cremona, relative al futuro della banca stessa. La Provincia del 6 gennaio accennava ad indiscrezioni, secondo cui “le popolari di Cremona e di Crema verrebbero riassorbite dalla Lodi”. Cronaca del 9 gennaio parlava di “ruolo minoritario delle nostre rappresentanze territoriali” nel nuovo consiglio.
Le notizie derivavano dalla strategia messa in atto dal consigliere delegato del Banco Popolare di Verona, Pier Francesco Saviotti, che negli ultimi due anni ha operato per trarre il Banco dalla palude in cui si era cacciato rilevando, tra l’altro, la Banca di Lodi, controllante della Cremona e della Crema. Questa strategia si è imperniata su un aumento di capitale di 2 miliardi di euro, che ha consentito di chiudere i conti col fisco e di restituire i prestiti al Ministero dell’economia, ma prevede anche una riorganizzazione complessiva del gruppo, con la chiusura di molti sportelli, la riduzione di 750 dipendenti, la cessione di piccole banche o la loro fusione. Il piano industriale annunciato per giugno sembra, appunto, che preveda l’incorporazione delle popolari di Cremona e di Crema nella loro controllante di Lodi.
Queste notizie hanno attivato la Camera di commercio di Cremona, che facendosi interprete delle preoccupazioni del mondo economico cremonese ha proposto il mantenimento di una banca provinciale, mediante la fusione della Popolare di Cremona con quella di Crema, motivando la scelta in un documento, condiviso da tutte le organizzazioni economiche e sindacali, che fa leva sul mantenimento dell’identità e sul radicamento territoriale.
E’ nostra impressione, come abbiamo già scritto in passato (Il territorio e le poltrone), che le preoccupazioni del mondo economico cremonese dipendano soprattutto dalla temuta diminuzione di posti nel consiglio di amministrazione della banca incorporante (la Lodi) e dalla conseguente difficoltà di accontentare gli esponenti delle categorie, poco propensi a dare spazio ai risparmiatori, o alle nuove realtà produttive, o a consiglieri indipendenti.
In altre realtà meno placide della nostra, la dialettica tra le organizzazioni di rappresentanza e il mondo economico è più vivace. E’ il caso di Lodi, dove l’imprenditrice lodigiana Cristina Zucchetti è stata designata nel consiglio di sorveglianza del Banco popolare, contro il parere dell’Associazione industriali lodigiani, che aveva proposto un altro candidato. E dove si è costituita nel 2010 un’associazione di soci della Banca popolare di Lodi, denominata “Prima Banca 1864”, che intende rinverdire gli ideali della cooperazione traditi da Fiorani e che, in questa occasione, ha espresso compiacimento per la designazione della Zucchetti.
Comunque vada la partita delle popolari cremonesi (o incorporate nella Lodi, o fuse in una popolare provinciale), sarebbe bene se la dirigenza del Banco non si limitasse a sfrondare il numero dei consiglieri, ma rinnovasse profondamente i criteri della rappresentanza territoriale, segnando una netta discontinuità con le scelte del passato e una maggiore coerenza con lo spirito cooperativo dell’istituto.
Forse anche a Cremona sarebbe opportuna un’associazione “Prima banca 1865”.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: