Cives Cremona

30 Mag 2011

La vera partita delle “partecipate”

Filed under: Aziende Pubbliche — Cives Cremona @ 07:00

In vista del ballottaggio al comune di Milano, La Stampa del 26 maggio ha pubblicato un articolo di Marco Alfieri intitolato: “La vera partita, una torta da tre miliardi di euro”, che ha messo in luce come il piatto forte delle elezioni milanesi siano le 17 società partecipate del comune, tra cui primeggiano la A2A (energia, al 27,5%), la Sea (aeroporti, all’84,6%), l’Atm (trasporti, al 100%), l’Autostrada Serravalle (al 18,6%); oltre ad importanti presenze nella Fondazione Cariplo e nell’Expo 2015.
Alfieri ricorda che a partire dalla municipalizzazione del gas del 1961 le municipalizzate sono state lo strumento di una gigantesca partita di potere economico e politico, che ha coinvolto la borghesia vecchia e nuova e i politici di diverso colore, con espansione di attività ed assunzione di rischi non sempre vantaggiosi per i cittadini del territorio servito. Ricorda Alfieri che A2A, pur essendo piena di debiti (3,7 miliardi di euro), negli ultimi quattro anni ha versato al comune 281 milioni di dividendi attingendo alle riserve; che l’abbandono dello scalo di Malpensa da parte di Lufthansa metterebbe in gravissima difficoltà la Sea che lo gestisce e anche le casse del comune, che ha già previsto in bilancio 160 milioni di dividendi (di cui 110 come dividendi straordinari da quotazione). Ricorda ancora Alfieri che nel 2007 Aem aveva venduto Metroweb, la società che gestisce la rete in fibra ottica, al fondo Stirling Square al prezzo di 28 milioni, ma che il fondo ha ora deciso di rivenderla su una base d’asta di 250 milioni.
Abbiamo già denunciato con diversi esempi le distorsioni che si verificano nei rapporti tra comuni e partecipate (v. Dove ci porta il business). Riprendiamo oggi l’esempio macroscopico di Milano, per evidenziate comportamenti analoghi nelle nostre partecipate. E’ fresca la notizia secondo cui il comune intende vendere ad Aem il parcheggio Massarotti. E’ di qualche tempo fa la vendita ad Aem del bocciodromo e dell’area dell’ortomercato. In questi casi, dato che Aem è al 100% del comune, siamo di fronte a operazioni puramente contabili, che drenano utili risultanti da tariffe più alte del dovuto, vere e proprie tasse (come scrive Giuseppe Lauritano sulla Provincia del 18 maggio), applicate mediante aziende di servizio che non dovrebbero avere scopo lucrativo.
Qualche anno fa il comune riuscì a vendere ad Aem per 35 milioni di euro beni demaniali inalienabili, come le reti e gli impianti idrici, Un modo per finanziarsi senza spese, con utili o riserve aziendali, non sappiamo con quali effetti sul bilancio dell’azienda.
La gestione del parcheggio Massarotti è già stata sperimentata dal comune alcuni anni fa, con risultati negativi, e solo la saggezza dei consiglieri di allora impedì che venisse “rifilato” al comune un affare sballato. La nuova generazione di amministratori sarà oggi meno saggia?
Recentemente, ha fatto discutere l’intenzione di Lgh di acquistare dalla pisana Ecolevante spa una discarica a Grottaglie (Taranto), dove i comitati locali sono in fermento contro i padani che “vedono il territorio come una grande pattumiera da riempire e su cui farci denaro da portare al Nord”.
Questi fatti ci hanno fatto concludere che i compensi in Lgh (oggetto delle recenti polemiche) sono solo un aspetto del problema partecipate. Posto che anche la trasparenza dei compensi è sacrosanta e che gli amministratori “sono tenuti a comunicare i compensi e le indennità”, sarebbe opportuno inquadrare questo aspetto nella vera partita delle partecipate, che tocca l’aderenza alla natura territoriale, la pertinenza dei campi di attività, la dimensione aziendale, i rapporti con gli organi democratici del comune. Affinché non prosperino, con i soldi della comunità locale, strutture imprenditoriali che rispondono prevalentemente agli interessi della tecnostruttura.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: