Cives Cremona

25 ottobre 2011

La presunzione della Consorteria

Filed under: Antologia — Cives Cremona @ 07:00

“A Napoli restò in campo il ristretto gruppo degli esuli del ’48 che formavano il partito cavouriano o, come dissero i loro avversari con intento spregiativo, la Consorteria…Il personaggio di maggior spicco era Silvio Spaventa, già membro del Parlamento del ’48, poi ospite per lungo tempo delle carceri borboniche…Spaventa cercava ordine e moralità. Fratello di filosofo hegeliano, identificava l’uno con l’altra, e proprio per questo non gli veniva facile sentirsi in sintonia con i tempi e con i luoghi.
La mancanza di moralità era già stata presentata da questi patrioti, già negli anni dell’esilio, come legata al malgoverno borbonico. Non si capiva però se per loro la tirannia avesse corrotto la società, o se non fosse stata la società corrotta a mantenere così a lungo in vita la tirannia. La colpevolizzazione della ‘mala signoria’ si situava bene nella retorica patriottica; se però le cose stavano all’inverso, c’era il rischio che qualcuno pensasse il Mezzogiorno incapace di una piena partnership nella nazione risorta, bisognoso di una permanente protezione da parte dell’Italia virtuosa.”

da Salvatore Lupo, L’unificazione italiana, Donzelli Editore, 2011

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: