Cives Cremona

6 febbraio 2012

Incertezze e sospetti sulla gestione dell’acqua

Filed under: Aziende Pubbliche — Cives Cremona @ 07:10

Forse oggi (lunedì) conosceremo il progetto predisposto dalle “sette sorelle” per la gestione del servizio idrico integrato provinciale. Secondo le notizie che filtrano – come riferisce Fulvio Stumpo sulla Provincia del 2 febbraio – si tratterebbe di una unica società di gestione di cui le vecchie municipalizzate deterrebbero il 60%, secondo lo schema della società mista (pubblico-privata) proposto dall’Ato.
Questa soluzione potrebbe assecondare l’orientamento del sindaco di Cremona Perri (“consentire alla parte pubblica di contare di più”), ma si scontrerebbe con la posizione della Lega Nord che, stando a una dichiarazione di Alberto Torazzi, vorrebbe “una società mista con il 60% controllato dall’ente locale e il restante 40% controllato dalle sette sorelle”.
Da queste sommarie notizie, non sembrano ancora del tutto chiare le idee della maggioranza provinciale circa le modalità di gestione del servizio idrico. Per rispettare la programmazione regionale, i comuni devono affidarsi ad un’unica società provinciale di gestione. E per rispettare la normativa statale e comunitaria possono scegliere tra: società privata (scelta a gara); società pubblico-privata (con socio privato scelto a gara); società pubblica (con affidamento diretto).
In questo quadro, la proposta Torazzi non è praticabile: configura una finta società mista, che manterrebbe in vita le attuali ex municipalizzate e creerebbe un’altra società, ognuna di esse con i propri amministratori e i propri apparati. Anche l’orientamento di Perri rivela una dose di diffidenza verso il socio privato, nei confronti del quale sembra non bastare l’ampia maggioranza pubblica, né i vincoli della concessione, né il controllo dell’autorità pubblica.
Al fondo, permane il sospetto nei confronti dell’operatore privato, che viene percepito più come ostacolo alla discrezionalità pubblica che come portatore di conoscenza e di efficienza. Anche se di questo avrebbe bisogno soprattutto oggi il nostro sistema amministrativo.

Lascia un commento »

Al momento, non c'è nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: