Cives Cremona

5 marzo 2012

Troppi sprechi nel fotovoltaico

Filed under: Economia — Cives Cremona @ 22:27

Lo Speciale Ecologia, allegato alla Provincia del 25 febbraio, ha dedicato particolare attenzione all’energia alternativa ricavata dal sole, con articoli redazionali e con inserti pubblicitari che illustrano i vantaggi dei pannelli fotovoltaici, quegli “specchi” che catturano l’energia primaria del sole e la trasformano in energia elettrica.
Secondo i dati forniti da Fondazione Impresa, nel 2011 gli impianti fotovoltaici sono raddoppiati e la potenza installata è più che triplicata. La Lombardia è ai primi posti per numero di impianti, ma la densità maggiore rispetto agli abitanti si trova in Trentino Alto Adige e in Friuli Venezia Giulia. Il successo di questi impianti è ascrivibile ai generosi incentivi garantiti dallo stato e scaricati sulla bolletta di tutti i consumatori di energia, cioè ad una tassa occulta accollata alla collettività. Come spiegano bene le inserzioni, un kit da 3 kw costa 7.800 euro e assicura una rendita di 1.519 euro per vent’anni; un kit da 4,5 kw costa 11.500 euro e dà una rendita di 2.120 euro annui; un kit da 6 kw costa 15.000 euro e dà una rendita annua di 2.830 euro.
Come mostrano le foto pubblicitarie, i pannelli possono essere installati sui tetti, ma anche in aperta campagna, comportando in questo caso una sottrazione di terreno alle colture agricole. E considerato che – secondo gli operatori – solo gli impianti di grandi dimensioni potranno sopravvivere senza incentivi (grid parity), si può immaginare il tipo di “riconversione colturale” che le aziende agricole potrebbero essere tentate di attuare.
Secondo il centro sudi californiano Ihs (ripreso dalla rivista La Freccia di febbraio), l’Italia ha superato la Germania per impianti fotovoltaici installati nell’anno 2011. “La chiave del successo sta nell’effetto degli incentivi italiani. Purtroppo, l’exploit riguarda solo l’acquisto e l’installazione di impianti fotovoltaici, non la produzione che si svolge prevalentemente in Cina”.
Nonostante la rapida diffusione degli impianti fotovoltaici siamo ancora molto lontani da una soluzione soddisfacente, come argomenta Leonardo Maugeri, uno dei massimi esperti mondiali di energia, nella nuova edizione del suo libro “Con tutta l’energia possibile” (*). “Grazie a questi incentivi, tra il 2008 e il 2010 l’Italia ha registrato un balzo nella capacità installata di fotovoltaico, accodandosi a un boom mondiale che tuttavia non ha intaccato la realtà dell’equazione energetica del pianeta”. Ma “rimane il problema del costo dell’energia solare che rimarrà fino a quando la tecnologia non colmerà le lacune dei sistemi attuali”. Ma “la porta è stretta e si stanno commettendo molti errori. A mio avviso – scrive Maugeri – si sprecano troppi soldi pubblici e privati per favorire la diffusione dei sistemi esistenti rispetto a quanto si dedica alla ricerca e allo sviluppo tecnologico”…”Così rischiamo di perdere un altro treno, quello della vera rivoluzione energetica del ventunesimo secolo”.
Regalando rendite ai privati e fatturato ai cinesi.

(*) Leonardo Maugeri, Con tutta l’energia possibile, Sperling & Kupfer, 2011

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: