Cives Cremona

Se volete contattarci

e-mail: cives@civescremona.org

Annunci

3 commenti »

  1. Nel caso che possa interessare la linea di dibattito impostata da Cives Cremona, trasmetto di seguito un commento alla vicenda della cava di S.Sigismondo che mi è stato richiesto dall’associazione “Per la Sinistra”.

    GLI ENTI LOCALI SI RIPRENDANO L’URBANISTICA!
    L’enorme cava di sabbia ipotizzata tra S.Sigismondo e l’autostrada probabilmente non si farà più, tanto deciso ed unanime è stato il parere negativo espresso dalla Commissione Provinciale Ambiente. La stessa scandalizzata reazione dell’opinione pubblica, sollecitata dalla tempestiva iniziativa di Italia Nostra, fa bene sperare, anche se gli ultimi tempi, in materia urbanistica, ci siamo quasi rassegnati a vedere alla lunga trionfare sempre il peggio.
    A questo punto dobbiamo però soprattutto chiederci perché mai un’idea così bislacca e così in palese contrasto con gli strumenti urbanistici vigenti (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, Piano di Governo del Territorio Comunale e Parco Locale di Interesse Sopracomunale) sia potuta entrare in una proposta pianificatoria di iniziativa pubblica quale è il Piano Provinciale Cave e per iniziativa della stessa Provincia.
    Non si tratta certo dell’unica scelta incomprensibile: basti pensare alla analoga vicenda di Barzaniga, dove il lago a suo tempo scavato, tra mille contestazioni, da una ditta privata, lago già rigorosamente e giustissimamente osteggiato con successo da Comune e Provincia, è clamorosamente ricomparso, a sanatoria, tra le proposte dello stesso Piano Provinciale Cave.
    Se è vero, come pure dovrebbe essere vero, che il Governo del Territorio è la funzione amministrativa primaria che la Provincia dovrebbe esercitare, è lecito chiedersi quale senso logico abbia avuto, per la stessa Provincia, recepire nel proprio Piano Cave due bizzarre proposte (nel caso di San Sigismondo avanzata dalla società Stradivaria, promotrice della Autostrada Cremona-Mantova) contraddicendo grossolanamente la pianificazione locale e gli atti conseguenti da anni pazientemente costruiti e concordati con gli enti locali e con i cittadini.
    L’episodio, certo non edificante, ripropone in piccolo il colossale disastro pianificatorio che si produsse pochi anni or sono quando le sole e banali esigenze imprenditoriali della società Autostrade Centro Padane, tutta tesa ad inventarsi nuovi spazi d’azione, costrinsero la stessa Amministrazione Provinciale a recepire nella propria Pianificazione Territoriale, (sino allora dignitosamente elaborata soprattutto in corretti termini di salvaguardia e di tutela del territorio), l’abominevole mostro del nuovo tracciato autostradale CR – MN, arteria di cui la zelante preparazione del PTCP si era mai, sino ad allora, neppure sognata di ipotizzare la necessità.
    La politica locale deve tornare con coraggio a progettare il destino del territorio, adottando coerenza di obiettivi e di metodi, selezionando con assoluto rigore le proposte private e riconducendo le spesso troppo spregiudicate iniziative delle società di origine pubblica a quella corretta funzione di servizio per la quale erano originariamente state create.

    Cremona, 06.03.09 Michele de Crecchio

    Commento di Michele de Crecchio — 9 aprile 2009 @ 15:21

  2. egr. Direttore gradirei una sua valutazione sulla situazione culturale cremonese e in particolare mi piacerebbe conoscere il suo giudizio sul Festival di Mezza Estate . Grazie Giorgio

    Commento di Brugnoli giorgio — 29 gennaio 2011 @ 12:02

  3. antonio stola,giornalista volontario, sul sito http://www.iltaccuino.net , sta cercando di stabilire un contatto culturale,fra la mia provincia,di Taranto, e quella di Cremona,poichè, la notte fra il 2 e 3 agosto del 1916, venne a mancare all’affetto dei Tarantini, il comandante Galeazzo Maria Sommi Picenardi, nativo di Corte dei Frati, e originario di Torre dei Picenardi, dopo che,tale comandante ebbe attuato eroico comportamento sulla sua nave,la “L. da Vinci”.saluti,

    Commento di antonio stola — 30 ottobre 2011 @ 15:49


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: